Yahoo accetta di pagare $ 50 milioni di danni per la più grande violazione dei dati

Yahoo ha accettato di pagare 50 milioni di $ di danni per un enorme violazione della sicurezza nel 2013 che ha colpito tutti i tre miliardi gli account degli utenti a livello globale, l'AP ha riferito il Mercoledì.

Fintanto che riceverà l'approvazione del tribunale federale il mese prossimo, i termini di regolamento della causa collettiva offriranno anche due anni di servizi gratuiti di monitoraggio del credito alle vittime dell'hack con sede negli Stati Uniti e in Israele, che si ritiene siano i maggiori dati breccia mai avvenuta.

Le informazioni rubate includevano nomi, indirizzi e-mail, numeri di telefono, date di nascita, password con hash, nonché domande e risposte sulla sicurezza.

Come se ciò non fosse già abbastanza grave, Yahoo impiegò tre anni per divulgare i dettagli del furto di dati, e anche in quel caso, il vero scopo dell'hack non fu rivelato correttamente.

Complicando ulteriormente le questioni, la rivelazione è arrivata dopo che Verizon aveva accettato di acquistare la compagnia web in un affare del valore di $ 4,8 miliardi . I problemi legati alla violazione della sicurezza hanno costretto Yahoo a ridurre tale cifra di $ 350 milioni .

L'accordo, raggiunto questa settimana in un tribunale di San Jose, in California, copre circa un miliardo di conti detenuti da circa 200 milioni di persone negli Stati Uniti e in Israele dal 2012 al 2016.

Verizon ha accettato di pagare la metà del costo della transazione, mentre Altaba – una società costituita per assumere le parti di Yahoo non acquisite da Verizon – pagherà il resto.

Pagamento per le persone colpite

Nel caso in cui il tribunale approvi l'accordo, gli utenti interessati possono presentare richieste per alcuni dei $ 50 milioni di fondi.

"I costi possono includere furti di identità, rimborsi fiscali differiti o altri problemi legati al fatto di aver avuto informazioni personali rubate durante gli scontri di Yahoo", ha detto l'AP nel suo rapporto.

Ad esempio, i titolari di account Yahoo con perdite documentate possono richiedere fino a 15 ore di tempo perso, che a $ 25 l'ora arriverebbero a $ 375. Coloro che non sono in grado di documentare le perdite possono presentare reclami fino a cinque ore, o $ 125, per il tempo speso a gestire le ricadute dell'hack.

Inoltre, i titolari di account Yahoo che hanno ottenuto fino a $ 50 all'anno per un account di posta elettronica premium potranno richiedere un rimborso del 25%.

L'approvazione finale della soluzione proposta sarà presa in considerazione durante una sessione presso il Northern District of California il 29 novembre 2018 e, se passerà attraverso, i titolari degli account interessati saranno informati subito dopo.

( Fonte )

Precedente 7 progetti di computer desk fai-da-te che ti faranno risparmiare denaro Successivo 7 suggerimenti per ottenere il massimo dalle opzioni di visualizzazione del Finder su Mac

Rispondi