Uber Eats sta testando un sistema per la consegna dei pasti più economica

Uber Eats offre pasti ai clienti affamati a casa o sul posto di lavoro. Come il servizio di ridesharing di Uber, la transazione, sia di richiesta che di pagamento, avviene tramite un'app per smartphone.

Nel tentativo di rendere il suo servizio più competitivo aumentando allo stesso tempo la sua efficienza, Uber Eats sta cercando modi per incoraggiare i clienti situati in un'area specifica a ordinare dallo stesso ristorante in modo che un singolo guidatore possa consegnare più pasti in un unico viaggio .

Uber ha testato il servizio in India, secondo TechCrunch . Si chiama Uber Eats Pool, che prende il nome da Uber Pool, la parte del servizio di ridesharing di Uber che raggruppa i ciclisti insieme per tariffe più economiche.

Come puoi immaginare, Uber Eats Pool utilizza algoritmi e machine learning per servire le scelte giuste nei posti giusti e al momento giusto.

Ecco come funziona. Uber Eats addebita al ristorante una piccola tariffa per il posizionamento prioritario nella schermata iniziale dell'app Uber Eats. Il ristorante in vetrina mantiene la sua posizione di rilievo per un periodo limitato di tempo, probabilmente solo pochi minuti se il ristorante raggiunge il limite per gli ordini. Non può restare a lungo, perché i clienti che ordinano presto non vorranno rimanere in attesa. In questo modo, il ristorante può aspettarsi una raffica di attività come le sue caratteristiche di business sull'app e gli ordini entrano in fretta.

Il ristorante in primo piano viene mostrato solo per i clienti in una particolare parte della città, dando all'autista una migliore possibilità di consegnare tutti i pasti prima che qualcuno di loro diventi freddo. È importante sottolineare che, per incentivare i clienti, viene offerto uno sconto sull'ordine. C'è anche un conto alla rovescia che mostra esattamente quanto tempo è rimasto da ordinare prima che scompaia lo sconto, un meccanismo che potrebbe sicuramente convincere (o pressare?) Qualcuno con una pancia rumorosa a premere più velocemente il pulsante dell'ordine.

"È simile a quello che abbiamo fatto con Uber Pool", ha detto Stephen Chau di Uber Eats a TechCrunch, aggiungendo come Uber Eats stia utilizzando l'apprendimento automatico per offrire sconti in particolari ristoranti per particolari clienti in particolari aree. "Quando più persone ordinano dallo stesso ristorante, i conducenti delle consegne possono prelevare il cibo di più persone", ha affermato Chau.

Uber Eats non ha detto quando potrebbe portare il sistema negli Stati Uniti, ma se il processo va bene in India, possiamo immaginarlo sbarcare in altri mercati prima che sia troppo lungo.

Uber Eats è stato lanciato nel 2014 (con il nome di UberFresh) come servizio di consegna pasti a pranzo solo a San Francisco, New York, Los Angeles, Chicago e Austin. Originariamente faceva parte dell'app di ridersharing Uber, ma nel 2016 ha rilasciato un'app Uber Eats indipendente e da allora ha lanciato il servizio in più città in tutto il mondo.

Ovviamente, Uber non è l'unico outfit che offre un servizio di consegna pasti. In effetti, la competizione nello spazio è più dura che mai. Digital Trends ha messo insieme un utile elenco di alcuni dei migliori servizi disponibili oggi.

( Fonte )

Precedente Wikipedia's Edit Wars: The Funniest, Weirdest e Greatest Wiki Fights Successivo I 7 migliori negozi online per maglioni di Natale brutti

Rispondi