Touchscreen resistivi e resistivi: quali sono le differenze?

Ogni volta che acquisti un touchscreen, non viene sempre pubblicizzato se si tratta di un touchscreen capacitivo o resistivo. Tuttavia, i touchscreen di entrambi i tipi sono utilizzati in tutto il settore dell'elettronica.

Se presti attenzione, noterai la differenza tra le due schermate. Nel caso di touchscreen capacitivi, come su smartphone e tablet molto costosi, sono molto sensibili al minimo tocco. Nel frattempo, i touchscreen resistivi possono richiedere più pressione o l'uso di uno stilo.

La ragione per cui ogni tipo di touchscreen risponde in modo così diverso è la tecnologia di base.

Come funzionano i touchscreen resistivi

Il touchscreen resistivo è sempre stato il tipo più comune utilizzato nell'elettronica industriale. Ciò è dovuto principalmente al fatto che sono meno costosi da realizzare e più facili da utilizzare in ambienti difficili.

La tecnologia si basa sulla resistenza, ovvero sulla pressione applicata allo schermo stesso.

Questo tipo di touchscreen è creato da due strati molto sottili di materiale, separati da uno spazio sottile. Lo strato superiore è tipicamente un tipo di materiale trasparente di policarbonato, mentre lo strato inferiore è costituito da un materiale rigido. I produttori usano tipicamente film e vetro PET per questi strati.

touchscreen resistivo
Credito immagine: Szente / Wikimedia Commons

Gli strati superiore e inferiore sono rivestiti con materiale conduttivo come l'ossido di indio-stagno (ITO). I lati conduttori di ogni strato sono uno di fronte all'altro.

Infine, i distanziatori vengono posizionati nel sottile spazio tra i due strati per impedire che si toccino quando lo schermo non è in uso.

Lo schema sopra è una semplice guida che mostra come funziona questa tecnologia.

  • 1: Lo strato superiore di policarbonato flessibile
  • 2 e 3: strati sottili, conduttori, di ossido di indio e stagno
  • 4: punti spaziatori tra gli strati conduttivi
  • 5: Lo strato inferiore rigido, in genere in vetro
  • 6: Sensori che rilevano il cambiamento di tensione quando gli strati conduttivi si toccano

Quando si preme il dito o uno stilo sullo schermo, si crea una variazione di resistenza (aumento della tensione). Il livello del sensore rileva quindi questa modifica e il processore del tablet o del telefono cellulare calcola le coordinate di tale modifica.

I 3 tipi di touchscreen resistivi

La tecnologia touchscreen resistente si basa su elettrodi che stratificano una tensione uniforme su tutta l'area conduttiva. Ciò fornisce una lettura di tensione specifica quando una zona dei due anni entra in contatto.

Il tipo di layout resistivo determina la durata e la sensibilità dell'intero circuito.

Analogico a 4 fili

In una configurazione analogica a 4 fili, entrambi gli strati superiore e inferiore contengono due elettrodi chiamati "bushbars".

Questi elettrodi sono orientati perpendicolarmente l'uno rispetto all'altro.

Sensing analogico a 4 fili

Gli elettrodi sul foglio superiore sono l'asse Y positivo e negativo, mentre gli elettrodi sul fondo sono l'asse X positivo e negativo.

Usando questo tipo di configurazione di coordinate elettriche, il dispositivo mobile può rilevare le coordinate in cui i due strati sono entrati in contatto.

5 fili analogici

Un'impostazione analogica a 5 fili è composta da quattro elettrodi posizionati in ciascun angolo dello strato inferiore. Ci sono quattro fili che collegano questi elettrodi insieme.

Il quinto filo è il "filo sensibile" incorporato nello strato superiore.
Circuito analogico a 5 fili
Quando il dito o lo stilo toccano una qualsiasi area dei due strati, il filo di rilevamento invia la tensione per le coordinate al processore.

Con un numero inferiore di componenti e un design più semplice, il circuito analogico a 5 fili è considerato un po 'più resistente rispetto ad altri modelli.

Analogico a 8 fili

Il design dello schermo resistivo più sensibile è quello del circuito di rilevamento a 8 fili.

Il layout è simile all'analogo a 4 fili, ma ciascuno degli elettrodi a barra contiene due fili. Questo introduce un po 'di ridondanza nel circuito.

Circuito analogico a 8 fili
Questo perché anche se una delle coppie di fili perde resistenza nel tempo, il secondo filo fornisce un segnale secondario al processore.

Ciò significa che un touchscreen resistivo più costoso con un circuito analogico a 8 fili durerà più a lungo. Evita anche i problemi di "deriva" che i vecchi telefoni avevano quando provavano a percepire la posizione del dito o dello stilo.

Gli svantaggi dei touchscreen resistivi

I touchscreen resistivi hanno lo scopo di rilevare la posizione di un tocco e il touchscreen di prima generazione non è in grado di rispondere alle azioni di pizzico o zoom con due dita.

Tuttavia, le generazioni successive hanno visto alcuni produttori di dispositivi mobili introdurre nuovi algoritmi e altri trucchi che consentivano funzionalità touch a due dita.

Alcune altre limitazioni includono:

  • Meno sensibile al tocco leggero
  • In molti casi non si può usare con i guanti
  • Lo spesso strato superiore crea meno chiarezza per il display
  • Il materiale dello schermo è solitamente più facilmente graffiato o danneggiato

Nella maggior parte dei casi tali touchscreen sono difficili o impossibili da riparare .

Come funzionano i touchscreen capacitivi

I touchscreen capacitivi sono stati effettivamente inventati quasi 10 anni prima del primo touchscreen resistivo. Tuttavia, i touchscreen capacitivi di oggi sono estremamente precisi e rispondono istantaneamente quando vengono toccati delicatamente da un dito umano. Quindi, come funziona?

A differenza del touchscreen resistivo, che si basa sulla pressione meccanica del dito o dello stilo, il touchscreen capacitivo sfrutta il fatto che il corpo umano è naturalmente conduttivo.

Gli schermi capacitivi sono fatti di un materiale conduttivo trasparente, solitamente rivestito ITO su un materiale di vetro. È il materiale di vetro che tocchi con le dita.

utilizzando un touchscreen capacitivo
Credito immagine: Mercury13 / Wikimedia Commons

Capacitivo di superficie

In una configurazione capacitiva superficiale, vi sono quattro elettrodi posizionati in ciascun angolo del touchscreen, che mantengono una tensione di livello sull'intero strato conduttivo.

Quando il dito conduttivo entra in contatto con qualsiasi parte dello schermo, avvia il flusso di corrente tra gli elettrodi e il dito. I sensori posizionati sotto lo schermo rilevano il cambiamento di tensione e la posizione di tale cambiamento.

Capacitivo proiettato

In un dispositivo che utilizza una configurazione capacitiva proiettata, elettrodi trasparenti sono collocati lungo il rivestimento protettivo in vetro in una matrice di formazione.

Una linea di elettrodi (verticale) mantiene un livello costante di corrente quando lo schermo non è in uso. Un'altra linea (orizzontale) viene attivata quando il dito tocca lo schermo e avvia il flusso di corrente in quell'area dello schermo.

La formazione della matrice crea un campo elettrostatico in cui le due linee si intersecano. Questo è uno dei tipi più sensibili di touchscreen, ed è il modo in cui alcuni telefoni possono percepire il tocco di un dito anche prima di entrare in contatto con lo schermo stesso.

La tecnologia capacitiva progettata consente inoltre di utilizzare il touchscreen anche quando si indossano guanti sottili.

Touchscreen resistivo e capacitivo

I vantaggi del touchscreen resistivo includono:

  • Minori costi di produzione
  • Maggiore risoluzione del sensore: puoi toccare i piccoli pulsanti più facilmente con la punta delle dita
  • Meno tocchi accidentali
  • Può percepire qualsiasi oggetto che tocca lo schermo abbastanza forte
  • Più resistente agli elementi come il calore e l'acqua

I vantaggi del touchscreen capacitivo includono:

  • Più durevole
  • Immagini più nitide con un contrasto migliore
  • Fornire il rilevamento multi-touch
  • Più affidabile, funziona anche quando lo schermo si rompe (finché non si sostituisce il touchscreen )
  • Più sensibile al tocco leggero

La scelta di utilizzare un touchscreen capacitivo o resistivo dipende in gran parte dall'applicazione del dispositivo.

Come vengono usati i touchscreen

La maggior parte dei dispositivi con schermi resistivi viene utilizzata nella produzione, bancomat e chioschi e dispositivi medici. Questo perché nella maggior parte delle industrie gli utenti devono indossare i guanti quando usano i touchscreen.

Gli schermi capacitivi sono generalmente utilizzati nella maggior parte dei prodotti di consumo come tablet, laptop e smartphone.

Se non fosse per tecnologie touchscreen all'avanguardia, non potremmo mai godere di nuove fantastiche applicazioni come la navigazione con una sola mano di Opera per Android . Le applicazioni si espanderanno solo mentre la tecnologia continua a essere perfezionata.

Leggi l'articolo completo: Touchscreen resistivo e resistivo: quali sono le differenze?

Fonte: makeuseof.com

Precedente Come resettare SMC e PRAM / NVRAM del tuo Mac Successivo Apple offre un ulteriore credito di permuta per gli aggiornamenti di iPhone

Rispondi