Questo termometro intelligente prende la tua temperatura mentre il suo produttore vende i tuoi dati

termostato intelligente kinsa che vende dati clorox

I dispositivi intelligenti di solito semplificano la vita raccogliendo informazioni e comunicandole con altri strumenti connessi a Internet. In alcuni casi, ciò rende le cose più facili anche per gli inserzionisti. Kinsa, produttore di termometri collegati a Internet , ha venduto i dati degli utenti a Clorox e ad altre società, secondo un rapporto del New York Times .

Clorox avrebbe ottenuto alcune informazioni da Kinsa, una startup tecnologica con sede a San Francisco, durante la più recente stagione influenzale. Questi dati mostravano al produttore di prodotti per la pulizia quali codici postali negli Stati Uniti vedevano un aumento della febbre. Clorox ha quindi utilizzato tali informazioni per indirizzare gli annunci pubblicitari in quelle aree al fine di cercare di convincere le persone ad acquistare prodotti come la disinfezione delle salviettine.

Kinsa è stata in grado di fornire tali informazioni aggregando i dati raccolti dalle oltre 500.000 famiglie americane che hanno uno dei suoi termometri collegati a Internet. Quando qualcuno prende la propria temperatura o la temperatura del proprio bambino con un dispositivo Kinsa, aggiunge un altro punto dati alla raccolta aziendale di "dati sulla malattia". Queste informazioni possono essere raccolte in tempo reale, quindi l'azienda ha una visione dal vivo dove ci sono fiammate di malattie in tutto il paese.

Kinsa anonimizza i dati che raccoglie prima di condividerli e la società afferma che le informazioni aggregate non contengono nulla che possa essere identificato personalmente. Ma può ancora sembrare invasivo per alcune persone sapere che qualunque informazione possa venire sul loro termometro sta contribuendo a una mappa di malattia che viene venduta ad altre società – specialmente quando il risultato finale è pubblicità mirata a coloro che sono malati o premurosi per qualcuno che è. Le informazioni di Kinsa, vendute sotto il nome di Kinsa Insights, sono state acquistate anche da farmacie e produttori di farmaci, secondo il New York Times .

Mentre le pratiche di condivisione dei dati di Kinsa possono rendere alcuni utenti avversi al suo prodotto, la società afferma che la maggior parte delle persone decide di condividere i dati. La società considera inoltre la condivisione delle informazioni come qualcosa di più della semplice pubblicità. Kinsa ha sottolineato che può aiutare i rivenditori a assicurarsi che i loro scaffali siano riforniti di medicine per il raffreddore quando un picco di malattia colpisce una determinata regione. Le informazioni possono anche essere trasferite a partner come i servizi di tele-medicina per aiutare i consumatori a condividere rapidamente i sintomi e la storia della malattia con i medici.

( Fonte )

Precedente Giocatori consolanti: il programma Xbox Game Pass è in arrivo su PC Successivo Cos'è Samsung DeX? Usalo per trasformare il tuo telefono in un computer

Rispondi