Quasi un milione di utenti di Facebook ha seguito questi falsi account russi

Facebook ha rimosso oltre 500 account falsi da Facebook e Instagram con legami russi. Giovedì 17 gennaio, Facebook ha incassato 471 account Facebook e 41 pagine Instagram per "comportamento inautentico coordinato" – o è stato disonesto sulle origini e l'intento dell'account. I conti facevano parte di due sforzi distinti, uno collegato ai dipendenti dell'agenzia di stampa russa Sputnik e l'altro con un comportamento simile all'Agenzia di ricerca su Internet.

Nel primo gruppo, la società di social media ha rimosso 364 pagine e account. Mentre le Pagine in genere dicevano di essere notizie indipendenti o pagine di interesse generale, Facebook afferma che gli amministratori e i titolari di account avevano collegamenti con dipendenti Sputnik, un'agenzia di stampa con sede a Mosca. Originario della Russia, il gruppo ha operato nei paesi baltici, dell'Asia centrale, del Caucaso e dell'Europa centrale e orientale.

Facebook dice che alcune di quelle Pagine hanno condiviso post su "sentimento anti-NATO, movimenti di protesta e anti-corruzione". Circa 790.000 utenti di Facebook hanno seguito i conti. Insieme ai messaggi organici, il gruppo ha speso circa 135.000 dollari in annunci (pagati in euro, rubli e dollari USA), in esecuzione tra ottobre 2013 e gennaio 2019. Il gruppo ha anche elencato 190 eventi online, a partire dall'agosto 2015.

Facebook dice di aver scoperto gli account falsi a causa di rapporti open source e partner di Facebook.

Nella seconda rete di account falsi, Facebook ha rimosso 107 pagine, gruppi e account insieme a 41 account Instagram. Questo gruppo, dice Facebook, ha avuto origine anche in Russia, ma ha operato in gran parte in Ucraina. Mentre i resoconti hanno pubblicato notizie ucraine, un suggerimento delle forze dell'ordine statunitensi ha lanciato l'indagine di Facebook.

La rete ha un totale di 26 pagine, 77 account, quattro gruppi e 41 profili Instagram. In totale, il gruppo ha avuto 180.000 follower su Facebook e 55.000 su Instagram. Il gruppo ha anche speso $ 25.000 in annunci, pagati in rubli.

Facebook afferma che il secondo gruppo ha mostrato un comportamento simile a Internet Research Agency e all'attività svolta in Russia durante le elezioni di medio termine negli Stati Uniti . Da allora, Facebook ha rimosso gruppi di account con collegamenti alla Russia in più occasioni.

"Mentre stiamo facendo progressi eliminando questo abuso, come abbiamo detto prima, è una sfida continua perché i responsabili sono determinati e ben finanziati", ha scritto Nathaniel Gleicher, responsabile della sicurezza informatica di Facebook. "Dobbiamo costantemente migliorare per rimanere in testa. Ciò significa costruire una tecnologia migliore, assumere più persone e lavorare a stretto contatto con le forze dell'ordine, gli esperti di sicurezza e altre società. La loro collaborazione è stata fondamentale per queste indagini ".

Facebook continua a riesaminare il contenuto non dell'annuncio da questi gruppi. La compagnia dice che aggiornerà gli utenti se scopriranno ulteriori dettagli.

( Fonte )

Precedente YouTube si abbatte su scherzi pericolosi Successivo Twitter privacy spaventa come bug rivela tweets di account protetti

Rispondi