L’IGP next-gen di Intel ottiene la sincronizzazione adattiva, una soluzione grafica discreta chiamata ‘Xe’

Intel ha sorpreso tutti lo scorso anno assumendo Raja Koduri , vicepresidente senior e chief architect di Radeon presso AMD. Il noleggio ha suggerito che Intel era pronta a fare sul serio l'hardware grafico. Ora stiamo vedendo i primi frutti di quel lavoro, oltre a qualche altro dettaglio su 'Xe', la soluzione grafica discreta imminente della società.

Intel Gen11 è una spinta in arrivo

Mentre la spinta di Intel verso una soluzione grafica discreta ha frenato l'hype, la società ha fornito dettagli molto più dettagliati su un aggiornamento alla grafica integrata che arriverà nel 2019. Chiamato semplicemente "Gen11", punta a un modesto incremento delle prestazioni per la spedizione dei processori Intel con grafica integrata

Le specifiche chiave sono un teraflop, il target di prestazioni Intel dice che Gen11 si incontrerà o supererà. Questo non ti farà saltare le calze se sei un appassionato di PC, dato che le schede video digitali più veloci possono superare i 10 teraflop, ma è un significativo passo avanti per i processori grafici integrati Intel o IGP. Mette anche Gen11 molto più vicino alle moderne console di gioco domestico.

Intel dice che il design Gen11 avrà 64 unità di esecuzione, contro le 24 nelle precedenti incarnazioni . Si noti, tuttavia, che la società non si impegna a stabilire se tutti i progetti Gen11 avranno queste unità o solo determinati modelli. L'IGP Intel attualmente è disponibile in diversi gusti. Saremmo sorpresi se venisse rilasciata solo una versione di Gen11.

Dell XPS 15 9570 angolo aperto
Il Gen11 IGP di Intel dovrebbe potenziare i giochi sottili e leggeri. Dan Baker / Digital Trends

Il guadagno di prestazioni è affiancato da nuove funzionalità. Il più notevole è VESA Adaptive Sync. Ecco la parte importante: Adaptive Sync è fondamentalmente FreeSync . VESA non ha implementato lo stand da zero, ma ha invece adottato la soluzione aperta di AMD. Ciò significa che la maggior parte dei monitor desktop esistenti con compatibilità FreeSync o Adaptive Sync supporterà anche la funzione quando è collegata a un laptop alimentato da Intel IGP Gen11.

È un grosso problema. Adaptive Sync corrisponde al rendering del frame e alla frequenza di aggiornamento del display per eliminare la balbuzie e la rottura dello schermo che possono derivare da un framerate non corrispondente. Il risultato è un gioco più fluido, più divertente e più reattivo.

Anche l'HDR è supportato e anche questo è un grande passo in avanti. Solo alcuni monitor HDR sono attualmente venduti, ma l'adozione è senza dubbio trattenuta perché l'HDR è supportato solo da costose schede video separate. Gen11 renderà il supporto HDR molto più comune, che a sua volta dovrebbe rendere più comuni i monitor HDR.

Abbiamo visto Gen11 in azione al "Architecture Day" di Intel, in cui la società ha mostrato un confronto affiancato di Tekken 7 riprodotto su Gen11 e una soluzione Intel UHD di generazione corrente. La differenza era abissale. Tuttavia, i giocatori dovrebbero tenere sotto controllo le aspettative. Intel spera semplicemente di rendere possibile per i giocatori della grafica Intel giocare i giochi più moderni – non riprodurli con le migliori impostazioni di dettaglio.

'Arctic Sound' è ora Intel Xe, ma non ne sappiamo molto di più

I primi annunci sulla soluzione grafica discreta di Intel si riferivano solo al suo nome in codice, Arctic Sound . Ora abbiamo un vero nome per chiamarlo – Intel Xe.

Questo, sfortunatamente, è quasi tutte le nuove informazioni che abbiamo. Intel ha presentato alcune diapositive sul prodotto. Raja Koduri, parlando all'evento di architettura, ha detto che "scala da teraflop a petaflops". In altre parole, la stessa architettura verrà utilizzata in qualsiasi ambito, dalla grafica integrata Intel alle schede video appassionate e ai prodotti di elaborazione dati GPU del data center. Intel ha confermato ancora una volta che offrirà una soluzione grafica discreta per gli appassionati e il 2020 è ancora l'obiettivo della sua introduzione.

intel xe gen 11 annuncio 1
Matt Smith / Digital Trends

Koduri ha anche affermato che Intel aumenterà il suo supporto software per soddisfare la nuova domanda. "Vogliamo rendere più giocabili le partite", ha detto, "e una parte fondamentale di tutto questo è l'intero stack di software." Ha sottolineato come Intel abbia iniziato a rilasciare alcuni aggiornamenti dei driver giornalieri per le versioni di giochi più popolari e vede che ciò accade più spesso andando avanti. Koduri è anche fiducioso che, una volta che l'hardware di Intel offre le prestazioni, gli sviluppatori di giochi saranno desiderosi di supportarlo. "Gli sviluppatori di giochi piacciono, perché sono 200 milioni di utenti all'anno". Questo è in riferimento alla base di installazione molto ampia che Intel può raggiungere, poiché la maggior parte dei laptop e desktop sono venduti con un processore Intel.

Ora, aspettiamo

L'annuncio di Intel di una soluzione grafica discreta è stato accolto con incredulità quasi quanto l'eccitazione. È un vuoto che la società non ha seguito per anni e alcune iniziative passate non hanno visto un'adozione diffusa .

Eppure la compagnia non ha battuto ciglio nel suo evento "Architecture Day". Ha riaffermato che sta lavorando su una grafica discreta, che intende affrontare ogni mercato e che è destinato al 2020 per il lancio. Non è tanto lungo da ora, e dovremmo fare alcuni annunci entusiasmanti man mano che maggiori dettagli arriveranno nel 2019. Siamo anche ansiosi di vedere come questo integrerà Foveros, una nuova tecnologia di packaging progettata per collocare più architetture Intel su un unico pacchetto.

( Fonte )

Precedente Google rivela le ricerche migliori del 2018 Successivo Niente più caccia all'oca selvaggia: "Duck.com" ora conduce a DuckDuckGo invece di Google

Rispondi