I siti di social media possono prevedere il tuo comportamento anche se non li usi

Cattive notizie per le persone che cercano di preservare la loro privacy stando fuori dai social media – un nuovo studio ha rilevato che la tua privacy è a rischio anche se non stai utilizzando personalmente siti di social media. I risultati dei ricercatori dell'Università del Vermont mostrano che "la privacy sui social media è come il fumo passivo. È controllato dalle persone intorno a te. "

Utilizzando i dati raccolti da quasi 14.000 utenti di Twitter, il team di scienziati ha analizzato le informazioni sul contenuto dei tweet delle persone. Hanno scoperto che l'utilizzo delle informazioni dai tweet di alcuni contatti di qualcuno – solo otto o nove amici – ha reso possibile prevedere i tweet di quella persona con la stessa precisione con cui utilizzano i dati del proprio feed Twitter. Ciò significa che è possibile prevedere che i tuoi contenuti Twitter non vedano i tweet dei tuoi amici, anche senza avere accesso al tuo Twitter.

Ancor più preoccupante, il comportamento degli utenti che hanno lasciato Twitter o che non hanno mai aderito in primo luogo può essere previsto allo stesso modo. Se i tuoi amici sono su Twitter, è possibile utilizzare i loro dati per fornire il 95% di "potenziale accuratezza predittiva" di come ti comporteresti nella piattaforma in futuro.

social media privacy previsione amici 190698 web 1
Il professore dell'UVM Jim Bagrow Joshua Brown

Il matematico James Bagrow, autore principale dell'articolo, sottolinea che questo significa che iscriversi a un social network comporta più responsabilità di quanto non si sappia: quando ti iscrivi a una piattaforma come Facebook o Twitter "pensi di essere rinunciare alle tue informazioni, ma stai anche rinunciando alle informazioni dei tuoi amici! "

Questa ricerca mette in discussione l'ipotesi che le persone facciano scelte individuali sulla privacy . La visione tradizionale è che gli utenti rinunciano consapevolmente alla privacy rispetto ai propri dati in cambio dell'uso gratuito di un servizio che trovano vantaggioso. Ma questo dimostra che la privacy è un problema più grande e che le persone non possono controllare personalmente il modo in cui le loro informazioni vengono diffuse attraverso i social media. Anche se non aderisci mai a un sito di social media, è ancora possibile tracciarti un profilo attraverso i tuoi amici e le aziende o i governi per ottenere l'accesso alle informazioni sulle tue affiliazioni politiche, credenze religiose, abitudini di acquisto e così via.

"Non c'è posto per nascondersi in un social network", dice Lewis Mitchell, co-autore dello studio. Bagrow concorda: "Tu da solo non controlli la tua privacy sulle piattaforme di social media. Anche i tuoi amici hanno voce in capitolo. "

Lo studio è pubblicato su Nature Human Behavior .

( Fonte )

Precedente Intel Core i7 vs. i9: qual è la differenza? Successivo Build per PC da gioco ad alta frequenza di aggiornamento per meno di $ 1.000

Rispondi