I MacBook di Apple 2020 potrebbero abbandonare i processori Intel, arrivare con “ARM Inside”

macbook pro t2 coprocessore questioni di sicurezza 2016 touchbar1

I chip personalizzati della serie A di Apple, che si trovano sugli iPhone e iPad dell'azienda, potrebbero entrare nel Mac in pochi anni. Il rispettato analista Apple Ming-Chi Kuo ha fatto eco a un precedente rapporto Bloomberg nel predire che Apple potesse abbandonare i processori Intel e il suo marchio "Intel Inside" sull'attuale raccolto di computer MacOS a favore del silicio personalizzato entro il 2020 o il 2021. i processori supplant che utilizzano l'architettura Intel x86 con design basato su ARM rispecchiano la partnership di Microsoft con Qualcomm nella distribuzione di PC sempre connessi che eseguono Windows 10.

Tuttavia, nonostante il passaggio al silicone Apple personalizzato, non tutti i membri della famiglia Mac effettueranno la transizione, almeno inizialmente. Si ritiene che Apple inizierà la migrazione al proprio chip interno a partire da laptop, come il MacBook, secondo un rapporto su AppleInsider , poiché potrebbe richiedere del tempo prima che i processori basati su ARM di Apple possano scalare per adeguarsi alle prestazioni di Intel chipset su desktop ad alta potenza, come iMac, iMac Pro e Mac Pro.

Ma creando i propri processori per Mac, Apple avrebbe il controllo completo dell'hardware e del software, in modo simile alla sua strategia mobile su telefoni e tablet. Questo, in teoria, potrebbe consentire ad Apple di ottimizzare ulteriormente MacOS per ottenere prestazioni ancora maggiori senza richiedere un sovraccarico hardware aggiuntivo. Ad esempio, i modelli di iPhone generalmente corrispondono o battono le prestazioni degli smartphone Android high-end concorrenti nonostante siano dotati di meno RAM e una batteria più piccola.

Apple potrebbe anche trarre vantaggio dal non dover fare affidamento sul programma di lancio di Intel. Inoltre, libererebbe anche il Mac-maker dal rischio di scarsità di chip o di limitazioni di fornitura da parte di Intel; L'Oregonian ha riferito che Intel sta cercando di dividere la sua produzione in tre gruppi separati dopo i ritardi con il lancio di chip 10nm . Kuo ritiene che l'attuale produttore di chip di Apple, Taiwan Semiconductor Manufacturing Company, o TSMC, continuerà a essere l'unico fornitore del silicio di Apple al momento del suo lancio.

Oltre a creare processori basati su ARM che alimenterebbero MacOS, Kuo ha riferito che TSMC aiuterà anche Apple a creare chip per alimentare la Apple Car. Come i processori della serie A per telefoni e Mac, i chip per i sistemi avanzati di assistenza alla guida di Apple Car utilizzerebbero un design personalizzato e potrebbero essere lanciati entro il 2023 o il 2025. Kuo ipotizzò che il silicio avrebbe fornito Livello 4 altamente autonomo o Livello 5 completamente autonomo capacità di guida che utilizzano un processo di progettazione miniaturizzato a 3 nm o 5 nm. In vista del rapporto di Kuo, il rivale di Apple, Samsung, ha anche annunciato di entrare nello spazio automobilistico con i suoi processori Exynos Auto basati su ARM.

( Fonte )

Precedente Mantieni privati ​​i tuoi dati online con VPNSecure di prima qualità Successivo Qual è il modo migliore per eseguire il backup dei dati su un computer?

Rispondi