Gli host di Airbnb stanno offrendo stanze libere a quelli sfollati dagli incendi della California

airbnb che offre stanze libere a quelli sfollati dagli incendi della california
Apri Grid Scheduler / Grid Engine

I recenti incendi in California hanno devastato le comunità, hanno preso vite e lasciato molte delle persone colpite in uno stato di shock profondo.

La tragedia ha lasciato molte persone senza una casa in cui tornare o costretto dai loro quartieri, spingendo Airbnb ad attivare il suo programma Open Homes che offre alloggio gratuito per i residenti sfollati, così come per le persone che assistono con aiuti umanitari.

Airbnb ora aggiunge inserzioni immobiliari gratuite per le persone colpite dagli incendi di Hill e Woolsey nei pressi di Los Angeles e dell'incendio nel nord della California, con camere disponibili fino al 29 novembre.

Per trovare alloggi gratuiti vicino alle aree interessate, devi prima creare un account Airbnb o accedere al tuo account esistente. Successivamente, è possibile cercare inserzioni $ 0 facendo clic su "trova rifugio" su una pagina di risposta alle catastrofi. Per quelli sfollati dagli incendi di Hill e Woolsey, clicca qui per cercare una mappa per $ 0 camere. Per le persone colpite dal fuoco del campo, clicca qui .

Eventuali furfanti che considerino il tentativo di ottenere una sistemazione gratuita quando non ne hanno bisogno dovrebbero prendere nota. Il sito di prenotazione dispone di sistemi predisposti per impedire tale comportamento e chiunque sia trovato a trarre vantaggio dalla situazione verrà ordinato di lasciare immediatamente la proprietà.

I dati attuali sul sito di Airbnb rivelano che circa 2.200 host nelle aree sopra elencate hanno finora aderito per offrire un riparo gratuito a chi ne ha bisogno.

Altre società di tecnologia stanno fornendo assistenza per lo sforzo di soccorso. Google, ad esempio, sta personalizzando i suoi strumenti web per funzionalità come Crisis Maps per aiutare le autorità a raccogliere rapidamente informazioni pertinenti, mentre Facebook ha creato pagine di risposta alle crisi per aiutare le persone interessate a mantenere i contatti. Apple e Microsoft stanno anche cercando modi per aiutare e, come Google e Facebook, stanno donando denaro alle organizzazioni che stanno aiutando gli sfollati.

Airbnb ha lanciato il suo programma Open Homes nel 2012 sulla scia dell'uragano Sandy , e l'ha messo in atto molte volte da allora. Prima di questa settimana, un'altra recente attivazione è stata promossa dall'uragano Florence, che a settembre ha raggiunto la costa orientale degli Stati Uniti, costringendo molte persone a cercare riparo prima che cadessero.

Quando lo strumento Open Homes viene attivato in seguito a un disastro, Airbnb effettua automaticamente il contatto con gli host vicini all'area interessata per verificare se dispongono di mezzi per ospitare le persone colpite. I proprietari che sono in grado di aiutare quindi hanno i loro spazi elencati gratuitamente, con Airbnb rinunciando a tutte le spese di prenotazione.

( Fonte )

Precedente La nuova "rete neurale di Intel su un bastone" di Intel mira a scatenare A.I. da Internet Successivo 10 video di YouTube classici meritano una visita

Rispondi