Facebook progetta “miglioramenti importanti” man mano che le piattaforme crescono fino a raggiungere 2,7 miliardi di utenti

Dopo un anno di tentativi di ripulire i pasticci, Facebook sta cercando ancora una volta di focalizzare l'attenzione sui nuovi strumenti della suite di app dell'azienda. Durante la conference call dei risultati di fine trimestre e 2018 di fine anno , il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha delineato i piani della compagnia per il 2019 in quanto la società raggiunge 2,7 miliardi di utenti su Facebook, Instagram, WhatsApp e Messenger.

Mentre l'obiettivo di pulizia di Facebook, causato dagli scandali della privacy e dall'ingerenza delle elezioni, non sta andando da nessuna parte, i cambiamenti implementati lo scorso anno fanno progressi sufficienti affinché l'azienda possa concentrarsi sulle nuove funzionalità per il nuovo anno. Zuckerberg afferma che il lavoro non sarà mai terminato, ma che l'azienda ha ora costruito "alcuni dei sistemi più avanzati al mondo per affrontare questi problemi".

In secondo luogo, per continuare a occuparsi di questioni sociali, Zuckerberg ha condiviso un elenco di aree in cui gli utenti possono aspettarsi nuovi strumenti e miglioramenti nel prossimo anno. "La nostra seconda priorità per il 2019 è che, mentre progrediamo su questi temi sociali, dobbiamo anche offrire nuove esperienze che migliorino significativamente la vita delle persone", ha affermato. "Non sto parlando dei molti miglioramenti iterativi quotidiani che facciamo in modo che la classifica diventi un po 'migliore o le cose siano leggermente più veloci, ma importanti miglioramenti alla vita delle persone che tutte le comunità riconoscono e dicono,' Wow, siamo fare qualcosa di nuovo su Facebook o WhatsApp che prima non stavamo facendo. '"

Zuckerberg paragona i prossimi cambiamenti alle Storie e l'impatto che il formato ha avuto sui social network, ora con oltre 500 milioni di utenti giornalieri su Instagram. La messaggistica è un'area di interesse per i cambiamenti, con Zuckerberg che allude ai pagamenti in WhatsApp in altri paesi e alla condivisione privata in gruppi e storie. Anche le nuove funzionalità per i gruppi si trovano in quella lista.  

Dopo aver ridotto la portata dei video virali nel tentativo di guadagnare tempo sulla piattaforma "tempo ben speso" e in linea con l'intento sociale della rete, Facebook punta ad espandere Watch. La piattaforma video centrata ora ha 400 milioni di utenti mensili, con una media giornaliera di 20 minuti spesi su Watch. Zuckerberg dice che vuole rendere Watch più mainstream, permettendo ai video di crescere al di fuori del feed delle notizie.

Su Instagram, Zuckerberg afferma che il commercio e lo shopping saranno al centro di nuove funzionalità quest'anno. L'amministratore delegato afferma che la società si concentrerà "sulla costruzione di tecnologie che riuniscono le persone in modi nuovi", come l'imminente Oculus Quest e il recente portale di Facebook , che ha superato le aspettative originarie dell'azienda.

Zuckerberg afferma inoltre che il mantenimento di un business forte e la promozione dei punti di forza di Facebook sono tra le priorità della società per il 2019. Durante la chiamata, Zuckerberg ha anche affermato che la potenziale fusione tra tutti i sistemi di messaggistica di Facebook , inclusi Messenger, messaggi diretti di Instagram e WhatsApp, è solo in fasi iniziali, e se la fusione è avvenuta, non lo sarebbe fino al 2020.

Facebook ha ora 1,52 miliardi di utenti, con un aumento del 9% rispetto ai numeri di fine 2017 ma una crescita non così rapida come negli anni precedenti. La società stima che 2,7 miliardi di persone utilizzino almeno una app di Facebook, tra cui Instagram, WhatsApp e Messenger.

Nonostante le crescenti spese dovute in parte all'aumento del personale, il reddito netto della società è aumentato del 39% rispetto al 2017.

( Fonte )

Precedente The Future Is Now: Puma rivela le sneakers con lacci autoreggenti conosciute come Fi Successivo I frigoriferi intelligenti di Walgreens analizzano il tuo viso e ricordano il tuo comportamento

Rispondi