Buongiorno, Google: gli utenti statunitensi possono ora dare all’Assistente un accento britannico o australiano

Sei un utente di Google Assistant che vuole dare all'Assistente un tocco leggermente più colto? Google ha annunciato che gli utenti americani che utilizzano l'helper digitale in inglese possono ora impostare il dispositivo con un accento britannico o australiano, se lo desiderano.

Secondo Google, le nuove voci sono state costruite usando il modello di sintesi vocale di DeepMind di Google e utilizza reti neurali per generare forme d'onda audio finalizzate a sembrare più realistiche e naturali. In altre parole, anche con i nuovi accenti, l'Assistente dovrebbe continuare a sembrare sempre più simile a un umano, piuttosto che a un robot.

È anche facile passare a una delle nuove voci. Per farlo, vai semplicemente alle impostazioni del tuo smartphone Android, quindi apri la scheda "Assistente". Da lì, seleziona "Assistente vocale", dove sarai in grado di passare a una nuova voce. Invece di etichettarli semplicemente "australiano" o "britannico", Google ha dato un nome alle voci: seleziona "Sydney Harbour Blue" per la voce australiana o "British Racing Green" se vuoi la voce britannica.

Google ha sviluppato un sacco di nuove funzionalità nell'Assistente negli ultimi mesi, ed è probabile che continui col passare del tempo. Per Natale, Google ha lanciato una nuova funzionalità in cui gli utenti possono "chiamare Babbo Natale". I bambini che lo faranno incontreranno elfi impegnati a prepararsi per il Natale prima che finalmente si mettano in fila con Babbo Natale stesso.

Google lavora costantemente per rendere l'assistente molto più naturale. Alla Google I / O, la conferenza annuale degli sviluppatori della società, la società ha presentato Duplex , che è il nome di Google per la sua iniziativa di rendere l'Assistant più simile a un essere umano, consentendo agli utenti di parlare all'Assistente come farebbero con qualsiasi altra persona. Duplex è ancora agli stadi iniziali e ci vorrà un po 'di tempo prima che arrivi a un ampio lancio, ma una volta eseguito potrebbe mettere l'Assistente Google di fronte a qualsiasi altro assistente digitale. Facendo in modo che l'Assistente migliorasse potrebbe renderlo più gradevole, il che è un buon motivo per dare all'Assistente altre voci e accenti.

( Fonte )

Condividi il tuo commento:

Precedente Amazon inizia a vendere nuovamente il Google Chromecast Successivo È ora possibile donare a beneficenza tramite Google Play

Rispondi