Adobe MAX 2018 Preview: cos’è, perché è importante e cosa aspettarsi

adobe 2016 si intrufola jordan peele kim chambers
Il comico Jordan Peele, a destra, co-creatore e co-protagonista di Key and Peele di Comedy Central, e Kim Chambers di Adobe aprono Sneaks ad Adobe MAX, The Creativity Conference, giovedì 3 novembre 2016 a San Diego. (Denis Poroy / AP Immagini per Adobe)

La prossima settimana, dal 15 al 17 ottobre, i creativi di tutto il mondo si affolleranno al Los Angeles Convention Center in California per l'annuale conferenza Adobe MAX . Per chiunque lavori in un settore creativo, è un po 'un grosso problema – i relatori di quest'anno includono il regista premio Oscar® Ron Howard; il musicista e il 5 volte vincitore del Grammy Questlove; attrice e comica Tiffany Haddish; fotografo Albert Watson; designer John Maeda; e designer e illustratrice Jessica Hische. (Puoi anche iscriverti per vederlo dal vivo online .)

Presentato come "la conferenza sulla creatività", Adobe MAX ospita oltre 300 sessioni didattiche in varie discipline creative, ma fornisce anche uno spazio per Adobe per annunciare e dimostrare gli ultimi aggiornamenti per la sua suite di applicazioni in continua crescita.

Se sei totalmente investito nell'ecosistema Adobe, MAX è il luogo in cui potrai dare uno sguardo alle tecnologie future su cui l'azienda ha lavorato. Fornisce una prima occhiata alle modifiche apportate al software che guida il flusso di lavoro creativo, sia che si tratti di nuove funzionalità o di app completamente nuove.

Adobe Max 2017
Come un micro CES, lo show floor di Adobe MAX invita le aziende di tecnologia creativa a mostrare i loro ultimi prodotti. Daven Mathies / Digital Trends

Adobe supervisiona un enorme portafoglio di software, con aggiornamenti che si sviluppano durante tutto l'anno, ma le migliori rivelazioni vengono sempre mantenute per MAX. Nel 2017, oltre 12.000 persone erano presenti quando Adobe ha fatto uno dei suoi più grandi annunci nella storia recente , lanciando una versione basata su cloud di Lightroom.

Non sappiamo cosa sta per succedere, ma Adobe ha lasciato alcuni indizi. A settembre, ha condiviso un'anteprima della sua nuova e migliorata funzione di Content-Aware Fill , che è stata inviata a Photoshop CC. Basato su ciò che Adobe ha condiviso finora, lo strumento sta per diventare molto più intelligente e capace grazie ad Adobe Sensei , l'intelligenza artificiale che risiede nel Creative Cloud.

Sensei è diventato protagonista al MAX 2017, e quest'anno ci aspettiamo di saperne di più su Content-Aware Fill.

adobe project rush ha introdotto tutto in un unico dispositivo incrociato
Adobe

Probabilmente saranno indirizzate tutte le principali app, da Photoshop a After Effects , ma siamo particolarmente fiduciosi di saperne di più su Project Rush, un editor video per video completamente nuovo con un'enfasi su cloud storage, integrazione sociale e cross-device Compatibilità. Rush condivide alcune somiglianze con Premiere Pro, ma riduce la complessità per concentrarsi sulla modifica dei social media. Una delle caratteristiche principali è un'opzione di esportazione che formatta automaticamente tutto per la condivisione su più social network. Adobe ha innanzitutto preso in giro il programma in VidCon e, sebbene la società non abbia ancora condiviso una data di lancio, ha affermato che sarebbe arrivata quest'anno. Con il calendario in esaurimento, ulteriori dettagli durante MAX non sarebbero troppo sorprendenti.

Oltre a ciò, è un mistero, ma non dobbiamo aspettare molto più a lungo.

( Fonte )

Precedente Gli 11 film più spaventosi su Netflix Full of Frights Successivo La tua casa intelligente è troppo confusa? L'intelletto semplifica i tuoi controlli

Rispondi